Tartare di salmone marinata e farro al profumo di agrumi.

Mi sono accorta di non aver ancora proposto una ricetta con il pesce come protagonista. Personalmente amo il pesce crudo e se le mie finanze e quelle dei miei amici potessero permettercelo, penso sarebbe la nostra unica fonte di nutrimento. Questo antipasto è fresco, profumato e preparabile in poco tempo, senza il bisogno di doti culinarie disumante. Solo tanta fame! AGLI INGREDIENTI: (x4pers)

IMG_8430

  • 600gr di filetto di salmone fresco
  • 2 cucchiai di salsa di soya
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaio di succo d’arancia
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • Un pizzico di sale e pepe
  • Scorza di limone e d’arancia

Avere 600gr di filetto di salmone tra le mani può intimorire. Vi chiederete e mò che faccio?Non temete, ce sò io. Iniziamo spellando il filetto di salmone e lo spiniamo accuratamente. Per individuare le spine, passatelo con i polpastrelli, le sentirete subito. Prendete una pinza da cucina (altrimenti anche una pinza da sopracciglia, non lo dirò a nessuno) e tirate via le spine con cura e calma. Sciacquate il salmone e asciugatelo perfettamente quindi tagliatelo prima a striscioline e quindi a cubetti minuscoli. Prepariamo quindi una salsina ben emulsionata con salsa di soya, olio, il succo e la scorza dei nostri agrumi, sale e pepe. Unitela al salmone, mescolate bene e lasciate riposare per una mezz’ora in frigorifero mentre prepariamo il farro.

  • La quantità di farro varia in base a che ruolo ricopre per voi il piatto: 200gr se lo volete considerare un semplice antipasto o 400gr per un piatto principale. 
  • 2 cucchiai di salsa di soya
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiai di succo d’arancia
  • 1 cucchiaino di miele
  • Scorza di limone e arancia (ad occhio ma attenti a non esagerare)

Lessiamo il farro. Prendiamo una padella, fuoco medio, emulsionate bene gli ingredienti e versateli nella padella, il miele vi consiglio di aggiungerlo per ultimo a caldo visto che ha bisogno di sciogliersi. Non dovete far altro che lasciare ridurre la salsa per circa 5 minuti. Scolate il farro , lasciatelo raffreddare e mettete insieme i due composti (se volete anche impiattare bene lasciatevi qualche cucchiaio di riduzione per la presentazione). Non ci resta che impiattare con l’aiuto di un fedele coppapasta et voilà!

IMG_8442

IMG_8443

Fresh salmon tartare with spelt and citrus fruits sauce.

This is a great and simple idea for a summer dinner with your friends and family! The main ingredients are the freshness of the salmon fillet, the intense flavours of the citrus fruits and creativity!

  • 600gr boneless salmon fillet
  • 2 tablesp. soy sauce
  • 1 tablesp. fresh lemon juice
  • 1 tablesp. fresh orange juice
  • 1 tablesp. olive oil
  • Salt and pepper
  • Lemon and orange zest

Skin and bone the fillet. Wash it carefully then thinly slice salmon into strips and strips into cubes. Place the salmon in a medium bowl and add the marinate. Let it chill in the fridge for 30 minutes.

  • 200gr spelt if you’re making a starter, 400gr if you consider it as a main course
  • 2 tablesp. soy sauce
  • 2 tablesp. fresh lemon juice
  • 2 tablesp. fresh orange juice
  • 1 teasp. honey
  • Lemon and orange zest

Boil the spelt. In a hot pan add the ingredients for the citrus fruits sauce and let it reduce for about 5 minutes. Leave the spelt to cool down then add the reduced sauce and mix it all up. Call your friends, it’s time to eat!

Costolette di maiale in salsa orientale.

Basta ricette sfiziose da donnicciuole, basta verdura e alimenti salutari, oggi solo carnazza. Prepariamo delle costolette di maiale marinate poi caramellate con una salsa da farvi sbrodolare fino alle orecchie. AGLI INGREDIENTI!

IMG_8411

  • 500gr di Costolette di maiale (badate bene di non prenderle già tagliate, vi perderete gran parte del gusto e della tenerezza della carne. Non c’è bisogno di andare dal macellaio, si trovano benissimo nel bancone confezionate di qualsiasi supermercato!)
  • Per la marinatura: Olio, sale, pepe (io ho usato quello di sichuan, fortemente usato in Asia e con un aroma molto intenso ma potete BENISSIMO usare il pepe normale se non lo avete già in credenza), paprika dolce, peperoncino (in polvere o fresco è indifferente) e salsa di soya. 

Il processo è molto semplice. Create il vostro intingolo (ho preferito non darvi dosi esatte perchè credo non ce ne sia bisogno MA INDICATIVAMENTE 2 cucchiai di olio, 1 cucchiaio di salsa di soya, 1 cucchiaino di paprika e 1 di peperoncino) e lasciatelo marinare per minimo un’ora, così che la carne assorba al meglio gli aromi. Forno ventilato, 180 gradi. Prendete la teglia e due fogli di alluminio. Dispondeteli a “croce” nella teglia. A cosa serve metterli a croce? 500gr di costolette sono (sembrano) tante, per fare questa cottura e far sì che la carne diventi tenera e si stacchi dall’osso dobbiamo essere sicuri il più possibile che il nostro cartoccio sia ben chiuso e trattenga la marinatura che verrà poi assorbita dalla carne. Preparato il nostro fagottino inforniamo per 50 minuti e nel frattempo prepariamo la salsa!

IMG_8417

  • 6 cucchiai di Ketchup
  • 4 cucchiai di salsa di soya
  • 4 cucchiaini di miele
  • una spruzzata di tabasco o di peperoncino

Io vi ho dato delle dosi, quando cucinate però è entusiasmante arrivare al “gusto perfetto” da soli; assaggiando e aggiungendo. Datevi quindi l’opportunità di sperimentare, di trovare la vostra marinatura, la vostra salsa! Tornando a noi, mettiamo tutti gli ingredienti in un pentolino e li facciamo sobbollire, tutti i diversi sapori si devono fondere perfettamente insieme, la salsa si deve ridurre e assumere un colore scuro e intenso.

IMG_8421

Raggiunti i 50 minuti tirate fuori le costolette, aprite il cartoccio e spennellatele, sommergetele di salsa. Rimettetele (non più chiuse) in forno per 10 minuti per ultimare la cottura e abbiamo finito!

Mi raccomando: è insensato mangiarle se non con le mani!

IMG_8426

IMG_8427

Oven Baked Pork Chops with Spicy Oriental Sauce.  

This week I wanted to cook something less feminine, less elaborated but still full of flavour!

  • 500gr Pork loin chops
  • For the marinade: 2 tablespoons oil, 1 tablespoon soy sauce, 1 teasp. sweet paprika, 1 teasp. chilli powder.

Let the pork chops marinate for at least an hour then cover them with tinfoil. Preheat fan-assisted oven to 180 degrees and bake for 50 minutes.

  • 6 tablespoons Ketchup
  • 4 tablesp. Soy sauce
  • 4 teasp. Honey
  • A sprinkle of Chilli powder or Tabasco sauce

Put the ingredients in a small pot and bring to a boil. Let it reduce for a few minutes and taste it to see if it needs any adjustment. After 50 minutes in the oven, pour half of the sauce on chops. Spread evenly to cover all chops. Bake uncovered for another 10 minutes and we’re done!!!

Hope to hear from you, enjoy the recipe! 

Bon Appétit!

Cheesecake alla robiola, pomodori secchi e capperi con base di taralli.

E’ primavera, il sole splende (a volte), è tempo di picnic! O potete anche starvene anche a casa vostra. Il punto è: invece dei soliti tramezzini con il tonno (che io adoro in realtà) perchè non provare questa cheesecake? Perchè? Non lo so vedete voi, potete fare sia tramezzini al tonno che cheesecake! Meglio abbondare. Basta baggianate, AGLI INGREDINTI.

IMG_8389

  • 300gr di taralli all’olio d’oliva
  • 120gr di burro
  • 400gr di robiola
  • pomodori secchi: non posso darvi un peso, varia molto da quanto sapore volete, per darvi un’idea io ne ho messi circa una decina.
  • una decina di capperi (attenti a non esagerare, potrebbero renderla sgradevolmente salata)
  • 9gr di colla di pesce
  • 100ml di panna liquida + qualche cucchiaio a parte

Partiamo dalla base. Mentre tritate i taralli nel mixer, in un pentolino a fuoco basso fate sciogliere il burro. Li mettiamo assieme e amalgamiamo, per poi livellarla nella teglia. La mettiamo nel freezer per farla solidificare mentre prepariamo la crema di robiola.

Ora passiamo al composto. Nel mixer passiamo i pomodori secchi, i capperi e se volete dare un pò di colore puramente estetico, un cucchiaino di concentrato di pomodoro. Mettiamo tutto in una ciotola e aggiungiamo la robiola e successivamente la panna. La colla di pesce: come ben sapete va messa 10 min in acqua calda per farla ammorbidire. In un pentolino mettete qualche cucchiaio di panna liquida e la riscaldate, la useremo per fare sciogliere la colla di pesce (togliete la panna tiepida dal fuoco prima di mettere la colla e mescolate con energia per evitare grumi). Aggiungete anche questo al composto, mescoliamo il tutto per poi metterlo nella teglia insieme alla base di taralli.

IMG_8396

E’ fondamentale che la crema si solidifichi quindi accertatevi di avere 2 ore piene da quando la fate, a quando la mangiate! Alla prossima ricetta, ghiottoni!

IMG_8401

Savory cheesecake with dried tomatoes and capers.

This is the ideal dish to do for a picnic or a buffet! It’s fast, full of flavours and it tastes like spring! Savory cheesecakes are wonderful for holiday entertaining because they can be made ahead, stashed in the fridge and decorated right before the meal.

  • 300gr of Crackers
  • 120gr of melted butter
  • 400gr of Robiola cheese (philadelphia cheese will be just fine if you don’t have robiola in your country)
  • 10-15 dried tomatoes
  • 10 capers
  • 9gr isinglass
  • 100 gr + a couple of spoons – liquid cream

Blend the crackers in the mixer while melting the butter in a small pot. Mix them together and put the base in the freezer while we prepare the cream.

Put into the blender dried tomatoes, capers and tomato paste if you wish to have a brighter color. Now put the mix and the robiola cheese together in a bowl and stir until the cream is shiny and smooth. The isinglass needs to be softened up for 10 minutes in cold water. While you’re waiting for that,  warm a few tablespoons of liquid creem so that the isinglass can melt inside it. We just need to add the liquid cream to the mixture, add the mixture to the base and wait 1 to 2 hours to serve it and eat it!!