Filetto di maiale in crosta di anacardi e uvetta, servito con riduzione ai mirtilli.

Questa panure di anacardi e uvetta renderà un banale pezzo di carne in qualcosa di profumato, invitante e sofisticato. Per accompagnare questo secondo ho deciso di fare un classico letto di patate al forno, tagliate sottilissime per renderle croccanti ma potete benissimo abbinarlo a contorni differenti come del radicchio saltato con guanciale e pinoli o una semplice insalata di crauti rossi; a voi la scelta! Mi piace quando il piatto segue una scala di colori quindi i consigli che vi do per questa ricetta si abbineranno al viola scuro della riduzione di mirtilli ma soprattutto alla stagionalità della verdura, elemento da tenere ben a mente se vogliamo che il piatto sprigioni tutte le sue qualità. AGLI INGREDIENTI: (x4 pers.)

IMG_8679

  • 600gr di filetto di maiale
  • 50gr di anacardi
  • 40gr di uvetta
  • 150gr di mirtilli
  • 2 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaio di zucchero

Iniziamo preparando la riduzione di mirtilli, così, una volta messa sul fuoco potremo dedicarci ai filetti. Mettete i mirtilli, il succo di limone, lo zucchero in un frullatore ad immersione e aggiungete un’ulteriore cucchiaio di acqua. Una volta frullato, mettiamo il composto in un pentolito e lo lasciamo ridurre a fuoco lento per circa quanche minuto. La riduzione dev’essere lucida, liscia, mescolate spesso e con dedizione per non farla attaccare ed eventualmente bruciare.Passiamo ora all’impanatura dei filetti; versiamo anacardi, uvette e una presa di pepe (gli anacardi sono già salati, consiglio di aggiungerne un pizzico solo in cottura) nel frullatore. Personalmente, preferisco che l’impanatura sia fine perchè la frutta secca tende a staccarsi dalla carne in cottura se rimane in pezzi troppo grossi. Il nostro asso nella manica qui è l’uvetta, che una volta frullata diventa quasi appiccicosa e si trasforma in collante. Per far aderire l’impanatura potete massaggiare i filetti con dell’olio d’oliva o del burro  anche se io non ne ho avuto bisogno e vi consiglio di provare così.

IMG_8680

IMG_8681

Olio in padella, fuoco medio, 4 minuti a lato e siamo pronti.

IMG_8708

Pork filet with cashew nuts and raisins crust, served with blueberry sauce.

The cashew nuts and raisins crust will transform this simple piece of meat into a sophisticated dish, ideal for a comfy dinner with friends and a glass of red wine on the side! I baked some potatoes to go with the filet but you can choose other side dishes like a red sauerkraut salad or some radicchio cooked with some pancetta and pine nuts! Your choice!!

  • 600gr pork filet
  • 50gr cashew nuts
  • 40gr raisins
  • 150gr blueberries
  • 2 tbsp. lemon juice
  • 1 tbsp. sugar

Let’s start with the blueberry sauce: You just have to put blueberries, sugar, lemon juice and a tablespoon of water into the blender until smooth and shiny. Put the sauce into a pan and let it reduce for few minutes. Meanwhile blend the cashew nuts and the raisins together; this will become the panure for our filet. Cook the filet for 4 minutes on each side and the dinner is served!

Torta alle tre mousse di cioccolato con coulis di lamponi.

Il caldo di quest’estate non mi ha fatto passare la voglia di cioccolato (spero manco a voi altrimenti che tristezza), quindi ho preparato una torta fatta con non uno, non due, bensì tre strati di cioccolato! Ciò che adoro di questa torta è che nonostante sia incredibilmente cioccolatosa, viene bilanciata dall’acidità della coulis ai lamponi e viene conservata in frigorifero, quindi risulta molto rinfrescante! Vogliamo prepararla o stiamo qua a dì baggianate? AGLI INGREDIENTI!

IMG_8635

  • 100gr farina
  • 30gr cacao amaro
  • 3 uova intere
  • 120gr zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito
  • Latta q.b. 

Partiamo dalla preparazione della base. Non vi fate prendere dall’ansia “ah so tre strati e poi il pan di spagna come se fa” mimi ve dice tutto. Lavoriamo uova e zucchero fino a montarli. Aggiungere un pizzico di sale, il latte e il mix farina + cacao amaro + lievito setacciati. Teglia piatta, quadrata (il tondo lo ricaviamo dopo una volta raffreddata) per 10 minuti a 180 gradi. Quando si sarà raffreddata ricavate il tondo da mettere come base e iniziamo con le tre mousse, mimi vi consiglia di mettere in freezer la torta ad ogni strato che fate di mousse, così da raffreddarle in fretta e far sì che gli strati siano ben definiti quando la tagliamo.

IMG_8621

HEYHEYHEY: sono tre mousse con ingredienti e procedimenti identici, quindi io ve ne spiegherò uno che poi sarà da rifare anche per le altre due. (Partiamo dallo strato più scuro ossia il fondente, poi latte, poi bianco che ci sta na meraviglia con il rosso dei lamponi)

  • 100gr di cioccolato (fondente, al latte, bianco)
  • 2g (un foglio) di colla di pesce per ogni mousse
  • 60ml di latte
  • 125ml di panna

IMG_8641

IMG_8642

IMG_8644

Bene. State a sentì bene. Ciotola d’acqua fredda, immergiamo il foglio di colla per ammorbidirlo 10 minuti. In un pentolino riscaldiamo il latte dove poi immergeramo la colla ammorbidita. Altra ciotolina con il cioccolato a pezzi e un pò di panna. Potete sciogliere a bagnomaria oppure usare il microonde per due minuti alla temperatura più bassa. La restante panna va montata a neve.  Abbiamo quindi tre composti: il cioccolato + la panna, il latte caldo + la colla di pesce e la panna montata a neve. Li amalgamiamo bene e versiamo lo strato nella teglia. La teglia va in freezer e ripartiamo da capo con le altre, una alla volta.

IMG_8646

Manca solo la coulis di lamponi che consiste fondamentalmente nel frullare 100/150gr di lamponi freschi con il frullatore ad immersione (io vi consiglio senza zucchero visto che stiamo già a posto con il cioccolato) e versarlo uniformemente sopra alla torta come strato finale. Per gustarla al meglio, il mio consiglio prima di lasciarvi in pace è quello di lasciarla riposare per due ore. Au revoir!

IMG_8653

IMG_8671

Chocolate mousse cake with raspberry coulis on top!

It’s always a good time for chocolate, no matter how hot this summer is because you cake keep this marvelous cake into the fredge!! The result will be refreshing!

  • 100gr flour
  • 3 whole eggs
  • 30gr powdered cocoa
  • 120gr sugar
  • a pinch of mimi (just kidding, salt. I’m not for sale)
  • 1 teaspoon of baking powder

This is a one-bowl cake base so just start with eggs and sugar , then add the sifted flour, cocoa and baking powder with milk. Pre-heat the oven to 180 degrees and cook it for 10 mins. 

  • 100gr chocolate
  • 2g isinglass
  • 60ml milk
  • 125ml liquid cream

The preparation and the ingredients for the three mousse are all the same. I will explain one and you will replicate the other two.  Put the isinglass in cold water for 10 minutes to soften. Heat up the milk  the put the isinglass into the warm milk to melt. In another bowl put chocolate and liquid cream. Put it for two minutes into the microwave then miz it with the warm milk and isinglass. The mousse is done! Layer them up, mix the fresh raspberries and leave it in the fridge for two hours to harden.

Paccheri ripieni di crema ai formaggi e basilico su vellutata di peperone rosso e scalogno.

Gli esami e la crudeltà della vita mi hanno allontanata per un attimo dai fornelli ma non temete cari ghiottoni Mimi sta qqua. Un primo piatto fresco, raffinato e cremoso per voi e i vostri adorabili commensali. Preparate i fazzoletti per asciugarvi la bava e scrivetevi gli INGREDIENTI! (x4pers.)

IMG_8601

  • 250 gr di paccheri
  • 100gr di ricotta di bufala
  • 100gr di mascarpone
  • 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
  • Qualchefoglia di basilico fresco
  • 2 peperoni rossi grandi
  • 2 scalogni

Partiamo con la preparazione più lunga e preriscaldiamo il forno a 200gr. I peperoni vanno lavati, tagliati a metà e puliti. Inforniamo sopra ad un foglio di carta stagnola per 30 minuti e una volta pronti li facciamo riposare per 5 minuti avvolti in un cartoccio di stagnola, così da far staccare bene la pelle. Intanto tagliamo finemente lo scalogno e iniziamo a farlo dorare per poi aggiungere i peperoni tagliati anche grossolanamente. Frulliamo accuratamente il tutto e condiamo a piacimento con olio a crudo, sale, pepe e un cucchiaino di parmigiano grattugiato.

IMG_8611

Mentre i nostri paccheri stanno cuocendo prepariamo la farcia. Tagliamo a listarelle sottili il basilico fresco che spirgionerà tutto il suo profumo, lo aggiungiamo al mascarpone, alla ricotta e al parmigiano. Con una forchetta mantechiamo, saliamo il composto e aggiungiamo un cucchiaino d’olio per amalgamare meglio. Non resta che scolare la pasta, farcirla con un cucchiaino o come me, con una sac à poche e impiattare! Personalmente, pensare a tutti questi abbinamenti e sentire come si sposano una volta impiattati mi riempie il cuore. Spero di trasmettervi lo stesso e appassionarvi tanto quanto lo sono io. Alla prossima ricetta, Mimi.

IMG_8616

IMG_8614

Pasta filled with cheese mousse, served on a creamy red pepper and shallot sauce.

Let’s start the week with a creamy but healthy recipe!! The sourness of the cheese mousse opposed to the sweetness of the peppers and shallots will blow your mind!! Here are the ingredients for 4 people:

-250gr pasta

-100gr mascarpone cheese

-100gr ricotta cheese

-3 tablespoon grated parmesan

-few fresh basil leafs

-2 big red peppers

2 big shallots

Preheat the hoven to 200 degrees. Wash and chop in half the peppers and cook them for 30 minutes. When they’re ready let them cool for 5 minutes wrapped in tinfoil then peal and chop them. Chop the shallots, put them in a pan with a tablespoon of olive oil. Add the red peppers and cook them for few minutes just to season them together. Now blend the veggies until glossy and liquid. While our pasta is boiling, let’s prepare the chees mousse. It’s very easy, chops the basil leafs and add it in a bowl with the ricotta cheese, the mascarpone cheese, the parmesan, olive oil, salt and black pepper and wisk it all together. To fill the pasta you can use a little teaspoon, a sac à poche or a syringe. The dish is ready, call your friends and let’s eat!!!

Tartare di salmone marinata e farro al profumo di agrumi.

Mi sono accorta di non aver ancora proposto una ricetta con il pesce come protagonista. Personalmente amo il pesce crudo e se le mie finanze e quelle dei miei amici potessero permettercelo, penso sarebbe la nostra unica fonte di nutrimento. Questo antipasto è fresco, profumato e preparabile in poco tempo, senza il bisogno di doti culinarie disumante. Solo tanta fame! AGLI INGREDIENTI: (x4pers)

IMG_8430

  • 600gr di filetto di salmone fresco
  • 2 cucchiai di salsa di soya
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaio di succo d’arancia
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • Un pizzico di sale e pepe
  • Scorza di limone e d’arancia

Avere 600gr di filetto di salmone tra le mani può intimorire. Vi chiederete e mò che faccio?Non temete, ce sò io. Iniziamo spellando il filetto di salmone e lo spiniamo accuratamente. Per individuare le spine, passatelo con i polpastrelli, le sentirete subito. Prendete una pinza da cucina (altrimenti anche una pinza da sopracciglia, non lo dirò a nessuno) e tirate via le spine con cura e calma. Sciacquate il salmone e asciugatelo perfettamente quindi tagliatelo prima a striscioline e quindi a cubetti minuscoli. Prepariamo quindi una salsina ben emulsionata con salsa di soya, olio, il succo e la scorza dei nostri agrumi, sale e pepe. Unitela al salmone, mescolate bene e lasciate riposare per una mezz’ora in frigorifero mentre prepariamo il farro.

  • La quantità di farro varia in base a che ruolo ricopre per voi il piatto: 200gr se lo volete considerare un semplice antipasto o 400gr per un piatto principale. 
  • 2 cucchiai di salsa di soya
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiai di succo d’arancia
  • 1 cucchiaino di miele
  • Scorza di limone e arancia (ad occhio ma attenti a non esagerare)

Lessiamo il farro. Prendiamo una padella, fuoco medio, emulsionate bene gli ingredienti e versateli nella padella, il miele vi consiglio di aggiungerlo per ultimo a caldo visto che ha bisogno di sciogliersi. Non dovete far altro che lasciare ridurre la salsa per circa 5 minuti. Scolate il farro , lasciatelo raffreddare e mettete insieme i due composti (se volete anche impiattare bene lasciatevi qualche cucchiaio di riduzione per la presentazione). Non ci resta che impiattare con l’aiuto di un fedele coppapasta et voilà!

IMG_8442

IMG_8443

Fresh salmon tartare with spelt and citrus fruits sauce.

This is a great and simple idea for a summer dinner with your friends and family! The main ingredients are the freshness of the salmon fillet, the intense flavours of the citrus fruits and creativity!

  • 600gr boneless salmon fillet
  • 2 tablesp. soy sauce
  • 1 tablesp. fresh lemon juice
  • 1 tablesp. fresh orange juice
  • 1 tablesp. olive oil
  • Salt and pepper
  • Lemon and orange zest

Skin and bone the fillet. Wash it carefully then thinly slice salmon into strips and strips into cubes. Place the salmon in a medium bowl and add the marinate. Let it chill in the fridge for 30 minutes.

  • 200gr spelt if you’re making a starter, 400gr if you consider it as a main course
  • 2 tablesp. soy sauce
  • 2 tablesp. fresh lemon juice
  • 2 tablesp. fresh orange juice
  • 1 teasp. honey
  • Lemon and orange zest

Boil the spelt. In a hot pan add the ingredients for the citrus fruits sauce and let it reduce for about 5 minutes. Leave the spelt to cool down then add the reduced sauce and mix it all up. Call your friends, it’s time to eat!

Costolette di maiale in salsa orientale.

Basta ricette sfiziose da donnicciuole, basta verdura e alimenti salutari, oggi solo carnazza. Prepariamo delle costolette di maiale marinate poi caramellate con una salsa da farvi sbrodolare fino alle orecchie. AGLI INGREDIENTI!

IMG_8411

  • 500gr di Costolette di maiale (badate bene di non prenderle già tagliate, vi perderete gran parte del gusto e della tenerezza della carne. Non c’è bisogno di andare dal macellaio, si trovano benissimo nel bancone confezionate di qualsiasi supermercato!)
  • Per la marinatura: Olio, sale, pepe (io ho usato quello di sichuan, fortemente usato in Asia e con un aroma molto intenso ma potete BENISSIMO usare il pepe normale se non lo avete già in credenza), paprika dolce, peperoncino (in polvere o fresco è indifferente) e salsa di soya. 

Il processo è molto semplice. Create il vostro intingolo (ho preferito non darvi dosi esatte perchè credo non ce ne sia bisogno MA INDICATIVAMENTE 2 cucchiai di olio, 1 cucchiaio di salsa di soya, 1 cucchiaino di paprika e 1 di peperoncino) e lasciatelo marinare per minimo un’ora, così che la carne assorba al meglio gli aromi. Forno ventilato, 180 gradi. Prendete la teglia e due fogli di alluminio. Dispondeteli a “croce” nella teglia. A cosa serve metterli a croce? 500gr di costolette sono (sembrano) tante, per fare questa cottura e far sì che la carne diventi tenera e si stacchi dall’osso dobbiamo essere sicuri il più possibile che il nostro cartoccio sia ben chiuso e trattenga la marinatura che verrà poi assorbita dalla carne. Preparato il nostro fagottino inforniamo per 50 minuti e nel frattempo prepariamo la salsa!

IMG_8417

  • 6 cucchiai di Ketchup
  • 4 cucchiai di salsa di soya
  • 4 cucchiaini di miele
  • una spruzzata di tabasco o di peperoncino

Io vi ho dato delle dosi, quando cucinate però è entusiasmante arrivare al “gusto perfetto” da soli; assaggiando e aggiungendo. Datevi quindi l’opportunità di sperimentare, di trovare la vostra marinatura, la vostra salsa! Tornando a noi, mettiamo tutti gli ingredienti in un pentolino e li facciamo sobbollire, tutti i diversi sapori si devono fondere perfettamente insieme, la salsa si deve ridurre e assumere un colore scuro e intenso.

IMG_8421

Raggiunti i 50 minuti tirate fuori le costolette, aprite il cartoccio e spennellatele, sommergetele di salsa. Rimettetele (non più chiuse) in forno per 10 minuti per ultimare la cottura e abbiamo finito!

Mi raccomando: è insensato mangiarle se non con le mani!

IMG_8426

IMG_8427

Oven Baked Pork Chops with Spicy Oriental Sauce.  

This week I wanted to cook something less feminine, less elaborated but still full of flavour!

  • 500gr Pork loin chops
  • For the marinade: 2 tablespoons oil, 1 tablespoon soy sauce, 1 teasp. sweet paprika, 1 teasp. chilli powder.

Let the pork chops marinate for at least an hour then cover them with tinfoil. Preheat fan-assisted oven to 180 degrees and bake for 50 minutes.

  • 6 tablespoons Ketchup
  • 4 tablesp. Soy sauce
  • 4 teasp. Honey
  • A sprinkle of Chilli powder or Tabasco sauce

Put the ingredients in a small pot and bring to a boil. Let it reduce for a few minutes and taste it to see if it needs any adjustment. After 50 minutes in the oven, pour half of the sauce on chops. Spread evenly to cover all chops. Bake uncovered for another 10 minutes and we’re done!!!

Hope to hear from you, enjoy the recipe! 

Bon Appétit!

Cheesecake alla robiola, pomodori secchi e capperi con base di taralli.

E’ primavera, il sole splende (a volte), è tempo di picnic! O potete anche starvene anche a casa vostra. Il punto è: invece dei soliti tramezzini con il tonno (che io adoro in realtà) perchè non provare questa cheesecake? Perchè? Non lo so vedete voi, potete fare sia tramezzini al tonno che cheesecake! Meglio abbondare. Basta baggianate, AGLI INGREDINTI.

IMG_8389

  • 300gr di taralli all’olio d’oliva
  • 120gr di burro
  • 400gr di robiola
  • pomodori secchi: non posso darvi un peso, varia molto da quanto sapore volete, per darvi un’idea io ne ho messi circa una decina.
  • una decina di capperi (attenti a non esagerare, potrebbero renderla sgradevolmente salata)
  • 9gr di colla di pesce
  • 100ml di panna liquida + qualche cucchiaio a parte

Partiamo dalla base. Mentre tritate i taralli nel mixer, in un pentolino a fuoco basso fate sciogliere il burro. Li mettiamo assieme e amalgamiamo, per poi livellarla nella teglia. La mettiamo nel freezer per farla solidificare mentre prepariamo la crema di robiola.

Ora passiamo al composto. Nel mixer passiamo i pomodori secchi, i capperi e se volete dare un pò di colore puramente estetico, un cucchiaino di concentrato di pomodoro. Mettiamo tutto in una ciotola e aggiungiamo la robiola e successivamente la panna. La colla di pesce: come ben sapete va messa 10 min in acqua calda per farla ammorbidire. In un pentolino mettete qualche cucchiaio di panna liquida e la riscaldate, la useremo per fare sciogliere la colla di pesce (togliete la panna tiepida dal fuoco prima di mettere la colla e mescolate con energia per evitare grumi). Aggiungete anche questo al composto, mescoliamo il tutto per poi metterlo nella teglia insieme alla base di taralli.

IMG_8396

E’ fondamentale che la crema si solidifichi quindi accertatevi di avere 2 ore piene da quando la fate, a quando la mangiate! Alla prossima ricetta, ghiottoni!

IMG_8401

Savory cheesecake with dried tomatoes and capers.

This is the ideal dish to do for a picnic or a buffet! It’s fast, full of flavours and it tastes like spring! Savory cheesecakes are wonderful for holiday entertaining because they can be made ahead, stashed in the fridge and decorated right before the meal.

  • 300gr of Crackers
  • 120gr of melted butter
  • 400gr of Robiola cheese (philadelphia cheese will be just fine if you don’t have robiola in your country)
  • 10-15 dried tomatoes
  • 10 capers
  • 9gr isinglass
  • 100 gr + a couple of spoons – liquid cream

Blend the crackers in the mixer while melting the butter in a small pot. Mix them together and put the base in the freezer while we prepare the cream.

Put into the blender dried tomatoes, capers and tomato paste if you wish to have a brighter color. Now put the mix and the robiola cheese together in a bowl and stir until the cream is shiny and smooth. The isinglass needs to be softened up for 10 minutes in cold water. While you’re waiting for that,  warm a few tablespoons of liquid creem so that the isinglass can melt inside it. We just need to add the liquid cream to the mixture, add the mixture to the base and wait 1 to 2 hours to serve it and eat it!!